LO SAPEVATE?

E’ il 150° anniversario dell'arrivo dei primi cappellani.
Il 17 maggio 1866 i padri Sempé e Duboe, entrambi membri della Congregazione dei padri Missionari dell'Immacolata Concezione (M.I.C.) giunsero a Lourdes su incarico del Vescovo Mons. Laurence che affidò loro il compito di “preparare l'inaugurazione della cappella della cripta costruita sulla roccia dell'Apparizione”. Cinque giorni dopo, il 21 maggio 1866, venne inaugurato il culto presso la Grotta da Mons. Laurence, e Padre Duboe vi pronunziò la prima omelia: "Qui, la preghiera è un'effusione dell'anima, la preghiera è un banchetto, la preghiera è un riposo (...). Quante persone, da allora, hanno affermato: “ non ho mai pregato come a Lourdes...”. Lunedì 16 maggio, in onore di tutti i sacerdoti che si sono succeduti in questo luogo da oltre 150 anni nell’accoglienza dei pellegrini, è stata celebrata una messa alla presenza di tutti i cappellani, alla Grotta delle apparizioni.

I cappellani di oggi
Oggi sono qui, per voi, 27 cappellani sacerdoti e fratelli e un diacono. Essi sono al servizio dei pellegrini durante l'anno. Nel 2016, vi saranno ben 189 cappellani ausiliari, provenienti dai 5 continenti, per aiutarli durante il Giubileo della Misericordia, soprattutto per amministrare il sacramento della Riconciliazione. Al fianco dei cappellani, dei Padri e dei fratelli, 12 comunità di religiose e di consacrati lavorano nel Santuario, soprattutto nei luoghi di accoglienza dei malati, alla Grotta e nei diversi servizi. La somma stanziata per sostenere i servizi pastorali ammonta a € 750.000.

Giubileo dei sacerdoti
Il 4 e 5 luglio 2016, nell’ambito del Giubileo della Misericordia, il Santuario di Lourdes organizza il giubileo dei sacerdoti sul tema: "Il sacerdote, testimone della misericordia". Le giornate saranno presiedute dal cardinale Stella, prefetto della congregazione per il Clero.