Skip to Content

L’inchiesta sulle apparizioni : 1858-1862

Leggere la cronaca delle diciotto apparizioni

Incisione rafigurante la prima apparizione, a LourdesIl Vescovo di Tarbes, Mons. Laurence, si occupa subito della vicenda : le diciotto apparizioni hanno luogo dall’11 febbraio al 16 luglio 1858 ; immediatamente il vescovo istituisce una Commissione d’inchiesta « per documentare e constatare i fatti avvenuti e quelli che si sarebbero potuti verificare ancora nella grotta di Lourdes; per definire e farci conoscere il significato, onde così offrire quegli elementi indispensabili allo scopo di giungere ad una risoluzione... ».

La Commissione ha il compito di fare ricerche sulle guarigioni derivate dall'uso dell’acqua della Grotta e di dare delle risposte. Quest’acqua è naturale o soprannaturale ? Le visioni di Bernardette son reali ? Se sì, hanno un carattere divino ?  "Quella Cosa" ( "Aquero" ) ha posto delle domande alla bambina ? Quali ? La sorgente nella grotta esisteva prima della visione che Bernardette pretende di aver visto?

Nella disposizione con la quale istituisce la commissione, il vescovo esige che si svolga un lavoro serio : che si inizi un' inchiesta per stabilire i fatti, interrogare i testimoni, consultare esperti scientifici, in particolare i medici che avevano avuto in cura i malati prima della loro guarigione, ma non solo, anche specialisti in scienze fisiche, chimiche, geologiche :  “La Commissione non deve tralasciare nulla per avere chiarimenti e raggiungere la verità. Qualunque essa sia".

Per quattro anni la Commissione indaga, interroga ripetutamente Bernardette. Il Vescovo trarrà le sue conclusioni solo nel 1862, nel decreto del 18 gennaio, con il quale darà il suo giudizio sulle Apparizioni avvenute alla Grotta di Lourdes, riconoscendone ufficialmente l'autenticità.