Skip to Content

I miracolati di Lourdes

liste des miracules de Lourdes

Su più di 7000 dossiers di guarigioni depositati a Lourdes, dopo le apparizioni, ad oggi sono 69 i casi riconosciuti come 'miracoli' dalla Chiesa.

UN PO' DI NUMERI STATISTICI SUI 69 MIRACOLI

Più dell' 80% dei miracolati sono donne.

Il miracolato più giovane aveva 2 anni.

I paesi d'origine dei miracolati sono la Francia (55 miracolati), l'Italia (8), Il Belgio (3), la Germania (1), l'Austria (1) e la Svizzera (1).

6 miracolati affermano d'essere stati guariti per intercessione di Nostra Signora di Lourdes, nonostante non fossero mai venuti a Lourdes.

La maggior parte dei miracolati é guarita a conotatto con l'acqua di Lourdes ( 50 miracolati, per lo più alle piscine).

1  LATAPIE Catherine, detta CHOUAT
Origine : Loubajac (Francia)
Malattia : Paralisi di tipo cubitale, da stiramento
traumatico del plessobrachiale, da 18 mesi.
Età : 38 anni circa
Data della guarigione : 01-03-1858
Diocesi : Tarbes
Data del riconoscimento : Tarbes, decreto di
Monsignor Laurence, del 18-1-1862

Catherine LATAPIE. Il giorno della guarigione, dà alla luce un futuro sacerdote…

Nata nel 1820, residente a Loubajac, vicino a Lourdes.
Guarita il 1° marzo 1858, a 38 anni.
Miracolo riconosciuto il 18 gennaio 1862 da Mons. Laurence, vescovo di Tarbes.

Nella notte del 28 febbraio, mossa da un'ispirazione improvvisa, Catherine si alza alle 3 del mattino, sveglia i suoi bambini e si mette in cammino a piedi per Lourdes.
Da 2 anni, il suo ruolo di madre di famiglia è diventato troppo pesante da portare. Deve assolvere ai suoi compiti come prima nonostante l'invalidità della sua mano destra, conseguenza di una caduta da un albero nell' ottobre 1856. All'alba del 1° marzo 1858, arriva alla Grotta, s'inginocchia e prega. Poi, molto semplicemente, bagna la propria mano in questo sottile rivolo d'acqua fangosa che è la sorgente, dopo soli tre giorni dalla sua scoperta da parte di Bernardetta su indicazioni della "Signora". Immediatamente le sue dita si raddrizzano e ritrovano la loro scioltezza. Lei può allungarle di nuovo, fletterle, servirsene con la facilità di prima dell'incidente. Ma deve tornare a casa il giorno stesso,  cosa che ci permette di affermare il giorno della sua guarigione. Infatti, giunta a casa, dà alla luce il suo terzo figlio, Jean Baptiste, che, nel 1882, diverrà sacerdote.

2 Cognome : Louis Bouriette
Origine : Lourdes (Francia)
Malattia : Trauma dell’occhio destro avvenuto 20 anni
prima, con amaurosi da 2 anni.
Età : 54 anni
Data della guarigione : 03-1858
Diocesi : Tarbes
Data del riconoscimento : Tarbes, decreto di
Monsignor Laurence, del 18-1-1862

Louis BOURIETTE: Cieco a causa di un'esplosione…

Nato nel 1804, residente a Lourdes
Guarito nel marzo 1858,a 54 anni
Miracolo riconosciuto il 18 gennaio 1862, da Mons. Laurence, vescovo di Tarbes.

È la guarigione che ha maggiormente segnato la storia di Lourdes. Louis era un operaio cavapietre, che lavorava e viveva a Lourdes. Nel 1858, è colpito da oltre due anni da una perdita di vista completa dell'occhio destro in seguito ad un incidente di lavoro accaduto nel 1839 a causa dell'esplosione di una mina in una cava. Era rimasto ferito all'occhio in modo irreversibile mentre suo fratello Joseph, presente al momento dell'esplosione, era rimasto ucciso nelle circostanze atroci che si possono immaginare.
Il racconto della guarigione è stato fatto dal medico di Lourdes Dottor Dozous, primo "esperto medico" di Lourdes, che ha raccolto la testimonianza di Louis: "Appena Bernardetta ha fatto sgorgare dal suolo della Grotta, la fonte che guarisce tanti ammalati, ho voluto farvi ricorso per guarire il mio occhio destro. Quando quest'acqua è stata a mia disposizione, mi sono messo a pregare e, rivolgendomi alla Madonna della Grotta, l'ho supplicata umilmente di stare con me mentre lavavo il mio occhio destro con l'acqua della sua fonte… L'ho lavato e rilavato più volte, nello spazio di poco tempo. Il mio occhio destro e la mia vista, dopo queste abluzioni sono diventati quello che sono in questo momento, eccellenti".

3 Cognome : Blaisette Cazenave (nata Soupène)
Origine : Lourdes (Francia)
Malattia : Chemosi o oftalmia cronica, con ectropion da anni
Età : 50 anni
Data della guarigione : 03-1858
Diocesi : Tarbese
Data del riconoscimento : Tarbes, decreto di
Monsignor Laurence, del 18-1-1862


Blaisette CAZENAVE: Imitando Bernardetta, ritrova la vita

Nata Blaisette Soupène nel 1808, residente a Lourdes
Guarita nel marzo 1858, a 50 anni
Miracolo riconosciuto il 18 gennaio 1862 da Mons. Laurence, vescovo di Tarbes.

Da molti anni Blaisette soffre di seri guai agli occhi. Questa cittadina di Lourdes di 50 anni è colpita da un'infezione cronica della congiuntiva e delle palpebre, con complicazioni tali che la medicina del tempo non le può essere di aiuto.
Dichiarata incurabile, decide un giorno di imitare i gesti di Bernardetta alla Grotta: bere l'acqua della sorgente e lavarsi il viso. La seconda volta, è totalmente guarita! Le palpebre si sono raddrizzate, le escrescenze carnose sono scomparse. I dolori e l'infiammazione svaniti.
Il Professor Vergez, un esperto medico, ha potuto scrivere, a questo proposito, che "l'effetto sopranaturale era particolarmente evidente in questa meravigliosa guarigione  (…) L'affezione organica delle palpebre era sorprendente… e che, al ristabilirsi rapido dei tessuti nelle loro condizioni organiche, vitali e normali, si è aggiunto il raddrizzamento delle palpebre".

4 Cognome : Henri Busquet
Origine : Nay (Francia)
Malattia : Adenite fistolizzata (sicuramente tubercolare)
alla base del collo, da 15 mesi.
Età : 15 anni circa
Data della guarigione : 28-04-1858
Diocesi : Tarbes
Data del riconoscimento : Tarbes, decreto di
Monsignor Laurence, del 18-1-1862

Henri BUSQUET: L'adolescente guarito a casa sua da un impacco di acqua della Sorgente

Nato nel 1842, residente a Nay (Francia)
Guarito verso la fine di aprile 1858, a 16 anni
Miracolo riconosciuto il 18 gennaio 1862 da Mons. Laurence, vescovo di Tarbes.

Henri ha 16 anni. Non sopporta più le proprie sofferenze. Chiede allora di venire a Lourdes ed i suoi genitori si rifiutano di condurvelo. Grazie ad una vicina, ottiene dell'acqua della Grotta… Il calvario che vive è iniziato con una febbre, qualificata tifoidea, ma che segna piuttosto la prima affezione di tubercolosi. Poi è apparso come postumo, un ascesso al collo che, non curato, ha colpito il torace. Dopo il suo soggiorno a Cauterets, dove la lesione aumenta, ci si trova in presenza, all'inizio del 1858, di un enorme ulcera che suppura la base del collo, senza nessuna tendenza al miglioramento. Il 28 aprile 1858 alla sera, tutta la famiglia del malato si mette in preghiera ed il giovane riceve un impacco imbibito dell'acqua della Grotta. Dopo una notte calma, l'ulcera appare cicatrizzata, l'infezione svanita, gli altri gangli scomparsi. Non verrà mai constatata nessuna recidiva a questa guarigione immediata.

5 Cognome : Justin Bouhort
Origine : Lourdes (Francia)
Malattia : Deperimento cronico post infettivo, con
ritardo dello sviluppo motorio. Diagnostico all’origine:
“consunzione” (tubercolosi).
Età : 2 anni
Data della guarigione : 06-07-1858
Diocesi : Tarbes
Data del riconoscimento : Tarbes, decreto di
Monsignor Laurence, del 18-1-1862

Justin BOUHORT: Grazie alla fede di una madre!


Nato a Lourdes il 28 luglio 1856 e ivi residente
Guarito all'inizio di luglio 1858, a 2 anni
Miracolo riconosciuto il 18 gennaio 1862 da Mons. Laurence, vescovo di Tarbes

Che bella storia quella di questa guarigione!
Dalla sua nascita, Justin è spesso ammalato e considerato come infermo. A 2 anni, presenta un enorme ritardo nella crescita e non ha mai camminato. All'inizio di luglio, disperata nel vederlo in punto di morte, sua madre Croisine decide di andare a pregare con lui alla Grotta, malgrado la proibizione dei pubblici poteri! Infatti, in quel momento, l'accesso alla Grotta era vietato. Appena arrivata, supplica un momento davanti alla roccia, con il suo bambino tra le braccia e circondata da una folla di curiosi. Poi decide di bagnare il bambino moribondo nella vasca che i cavapietre avevano recentemente costruito.
Attorno a lei, ci sono esclamazioni, proteste, le si vuole impedire di "uccidere il suo bambino"! Dopo un tempo che sembrava forzatamente lungo, lei finalmente lo ritrae e torna a casa con Justin tra le braccia. Il bimbo respira ancora debolmente. Chi la circonda teme il peggio, eccetto la madre che crede più che mai che "la Vergine lo guarirà". Il bimbo si addormenta tranquillamente. Nei giorni successivi, Justin si riprende e cammina! Tutto rientra nell'ordine. La crescita è assicurata, l'età adulta viene raggiunta. Prima della sua morte, sopravvenuta nel 1935, assisterà ala canonizzazione di Bernardetta, l'8 dicembre 1933 a Roma.


6 Cognome : Madeleine Rizan
Origine : Nay (Francia)
Malattia : Emiplegia sinistra da 24 anni
Età : 58 anni circa
Data della guarigione : 17-10-1858
Diocesi : Tarbes
Data del riconoscimento : Tarbes, decreto di
Monsignor Laurence, del 18-1-1862

Madeleine RIZAN: Quando pregava per ottenere una buona morte!

Nata nel 1800, residente a Nay (Francia)
Guarita il 17 ottobre 1858, a 58 anni
Miracolo riconosciuto il 18 gennaio 1862 da Mons. Laurence, vescovo di Tarbes.

Madeleine era costretta a letto da oltre 20 anni, a causa di una paralisi del lato sinistro. I medici avevano abbandonato da tempo ogni speranza di guarigione e rinunciato ad ogni trattamento. Nel settembre 1858 riceve l'Estrema Unzione. A partire da quel giorno, lei prega per "ottenere una buona morte". Un mese dopo, sabato 16 ottobre, la morte sembra imminente. Quando, all'indomani, sua figlia le porta l'acqua di Lourdes, lei ne beve alcune sorsate e si fa lavare il viso e il corpo. All'istante la malattia svanisce! La pelle riprende il suo aspetto normale ed i muscoli, le loro funzioni! La moribonda della vigilia si sente rivivere. In seguito condurrà un'esistenza normale per undici anni, poiché muore, senza alcuna ricaduta, nel 1869.


7 Cognome : Moreau Marie
Origine: Tartas (Francia)
Malattia : Riduzione estrema del visus, con lesioni
infiammatorie all’occhio destro, progressiva da 10
mesi.
Età : 17 anni circa
Data della guarigione : 09-11-1858
Diocesi : Tarbes
Data del riconoscimento : Tarbes, decreto di
Monsignor Laurence, del 18-1-1862

Marie MOREAU: In seguito ad una novena di preghiera in famiglia…

Nata nel 1841, residente a Tartas, nelle Lande (Francia)
Guarita il 9 novembre 1858, a quasi 17 anni.
Miracolo riconosciuto il 18 gennaio 1862 da Mons. Laurence, vescovo di Tarbes.

È la prima guarigione "lontana"!
Marie contrae all'inizio dell'anno 1858, a 16 anni, una malattia infiammatoria agli occhi. Nonostante i trattamenti proposti, l'evoluzione di questa infezione le provoca una importante diminuzione della vista, ai limiti della cecità. Suo padre legge su un giornale della guarigione di Madeleine Rizan e decide di andare a Lourdes per procurarsi l'acqua della Grotta. L'8 novembre 1858, viene iniziata una novena in famiglia. Alla sera, la giovane donna imbibisce di acqua di Lourdes una benda che si annoda sugli occhi. L'indomani 9 novembre, come si toglie questa benda, si rende conto di vederci come prima della malattia.
Potrà così riprendere gli studi che aveva dovuto abbandonare e, in seguito, vivrà sposata, a Aire sur Adour.


8 Cognome : de Rudder Pierre
Origine : Jabbeke (Belgio)
Malattia : Frattura esposta della gamba sinistra, con
pseudoartrosi
Età: 52 anni
Data della guarigione : 07-04-1875
Diocesi : Bruges (Belgio)
Data del riconoscimento : 25-07-1908

Pierre de RUDDER: Una guarigione lontano da Lourdes che farà usare molto inchiostro!

Nato il 2 luglio 1822, a Jabbeke (Belgio)
Guarito il 7 aprile 1875, a 52 anni
Miracolo riconosciuto il 25 luglio 1908 da Mons. Gustave Waffelaert, vescovo di Bruges.

È la prima guarigione riconosciuta miracolosa sopraggiunta lontano, senza relazione con l'acqua della Grotta. Nel 1867, Pierre ha la gamba fratturata a causa di una caduta da un albero. Conseguenza: frattura aperta delle due ossa della gamba sinistra sulla quale lo colpisce una infezione cancerosa che allontana la minima speranza di consolidamento. L'amputazione consigliata dai  medici viene rifiutata più volte. In capo a qualche anno, totalmente impotenti, questi lo abbandonano al suo destino. E' quindi in questo stato che, otto anni dopo il suo incidente, il 7 aprile 1875, decide di fare un pellegrinaggio ad Oostaker dove si trova da poco una riproduzione della Grotta di Lourdes. Partito al mattino invalido da casa sua, ne ritorna alla sera senza stampelle, senza piaghe. Il consolidamento osseo si è prodotto in pochi minuti. Una volta superata l'emozione, Pierre de Rudder riprende naturalmente la sua vita normale ed attiva. Viene a Lourdes, nel maggio 1881 e muore ventitré anni dopo la sua guarigione, il 22 marzo 1898.
Più tardi e per meglio giudicare, sono state riesumate le ossa delle due gambe. Hanno permesso di manifestare la realtà obiettiva e della lesione e del consolidamento, come  dimostra il calco in gesso di cui dispone il Bureau Médical.


9 Cognome : Dehant Joachime
Origine : Gesves (Belgio).
Malattia : Ulcera della gamba destra con cancrena
molto estesa
Età : 29 anni
Data della guarigione : 13-09-1878
Diocesi : Namur (Belgio)
Data del riconoscimento : 25-04-1908

Joachime DEHANT: Le sue carni e i suoi tendini ricostruiti

Nata nel 1848 a Velaine/s/Sambre, residente a Gesves (Belgio)
Guarita il 13 settembre 1878, a 29 anni
Miracolo riconosciuto il 25 aprile 1908 da Mons. Thomas Louis Heylen, vescovo di Namur.

Joachime ha 29 anni quando arriva a Lourdes, il 12 settembre 1878, con una cancrena alla gamba destra. Le lesioni risalgono almeno a sei anni prima. Il suo stato generale è ormai gravemente compromesso da questa infezione che all'epoca nessun trattamento poteva guarire.
All'indomani, giorno 13, si immerge due volte nell'acqua della Grotta, con la gamba ricoperta da un telo.
Dopo la seconda immersione non vi è più nessuna traccia di ulcera… Le carni ed i tendini sono ricostruiti… la pelle è nuova e rosea. Dopo un altro bagno, il suo piede riprende una posizione normale.
Trent'anni dopo, quando la sua salute è ancora eccellente, in seguito ad una nuova perizia medica, il vescovo di Namur proclama questa guarigione miracolosa

10 Cognome : Seisson Elisa
Origine : Rognonas (Francia)
Malattia : Ipertrofia cardiaca, edemi arti inferiori
Età: 27 anni
Data della guarigione : 29-08-1882
Diocesi : Aix-en-Provence (Francia)
Data del riconoscimento : 02-07-1912

Elisa SEISSON: Un cuore nuovo

Nata nel 1855, residente a Rognonas (Francia)
Guarita il 29 agosto 1882, a 27 anni
Miracolo riconosciuto il 12 luglio 1912 da Mons. François Bonnefoy, arcivescovo di Aix, Arles e Embrun.

A 21 anni, nel 1876, Elisa cade ammalata. Per sei anni, viene curata per una bronchite cronica e per una malattia organica del cuore. Elisa, refrattaria ad ogni trattamento, viene considerata incurabile.
Come ultima risorsa, viene a Lourdes alla fine di agosto 1882. Viene portata alle piscine nel primo giorno del pellegrinaggio e, all'uscita, i suoi edemi sulle gambe sono scomparsi!
Dopo una buona notte, si sveglia con la sensazione di essere completamente guarita. Questa impressione è certificata al suo ritorno dal medico curante. E la sua buona salute ritrovata persisterà per i trent'anni che seguiranno prima che questa guarigione venga ufficialmente considerata come miracolosa, nel 1912, dal suo vescovo.

11 Cognome : Suor Eugenia, (Marie Mabille)
Origine : Bernay (Francia)
Malattia : Ascesso del piccolo bacino con fistola
vescicale e colica. Flebite bilaterale
Età : 28 anni
Data della guarigione : 21-08-1883
Diocesi : Evreux (Francia)
Data del riconoscimento : 30-08-1908

Suor EUGENIA: Potrà seguire di nuovo la regola della sua comunità.

Nata Marie MABILLE, nel 1855, residente a Bernay (Francia)
Guarita il 21 agosto 1883, a 28 anni.
Miracolo riconosciuto il 30 agosto 1908 da Mons. Philippe Meunier, vescovo di Evreux.

È nel 1877, a 22 anni, che Marie comincia a soffrire di una appendicite che la porta direttamente alla peritonite. Nel 1880, il celebre Prof. Péan, di Parigi, la giudica inadatta a sopportare un intervento chirurgico. Tra il 1880 ed il 1883, lo stato generale dell'ammalata non fa che peggiorare; tutte le cure sembrano non avere effetto. Partita il 17 agosto 1883, arriva a Lourdes il 21. Al suo arrivo, si fa condurre alla Grotta dove fa la Comunione: avverte allora come un sollievo. Ma è nel pomeriggio che lei si sente improvvisamente guarita… Esce da sola dal bagno alle piscine. A partire da questo istante, tutti i segni della sua malattia scompaiono. Lei cammina e mangia. Va tutto bene! Al suo ritorno nella comunità, riprende un lavoro, segue nuovamente la regola della vita delle suore, cosa che non faceva più da tanto tempo!
Nessun cambiamento di questo stato di salute fiorente si è verificato durante i 24 anni che hanno separato la guarigione dal suo riconoscimento miracoloso.

12 Cognome : Suor Julienne, (Aline Bruyère)
Origine : La Roque (Francia)
Malattia : Tubercolosi polmonare cavitaria
Età : 25 anni
Data della guarigione : 01-09-1889
Diocesi : Tulle (Francia)
Data del riconoscimento : 07-03-1912

Suor JULIENNE: Una guarigione che dovrebbe cadere nell'oblio

Nata Aline Bruyère, nel 1864 nel villaggio della Roque, vicino a Sarlat (Francia)
Guarita il 1° settembre 1889, a 25 anni.
Miracolo riconosciuto il 7 marzo 1912 da Mons. Albert Negre, vescovo di Tulle.

I medici sono formali e le hanno comunicato la loro diagnosi: è colpita da una tubercolosi polmonare grave ed incurabile. Con la stessa immediatezza riceverà la  guarigione nelle piscine di Lourdes. Siamo nel settembre 1889. Sono i dottori Dunot de Saint Maclou e Boissaire che istruiscono l'inchiesta. Non trovano nessuna spiegazione medica alla guarigione di questa giovane suora di 25 anni.
Vent'anni dopo, nella diocesi di Tulle, di cui è originaria, la sua storia esce dall'oblio! Mons. Nègre, vescovo del luogo, decide di costituire una commissione per rilanciare l'inchiesta. Il nuovo collegio di medici che interroga ed esamina l'interessata, arriva alle stesse conclusioni della prima volta vent'anni prima. Dopo aver esaminato il "caso"  secondo i criteri della Chiesa, il vescovo deve arrendersi all'evidenza: questa guarigione  "è sopraggiunta al di fuori dell'ordine generale della natura… ed è miracolosa".

13 Cognome : Suor Joséphine-Marie, (Anne Jourdain)
Origine : Goincourt (Francia)
Malattia : Tubercolosi polmonare
Età : 36 anni
Data della guarigione : 21-08-1890
Diocesi : Beauvais (Francia)
Data del riconoscimento : 10-10-1908

Suor JOSÉPHINE MARIE: Venuta per obbedienza, riparte guarita

Nata Anne JOURDAIN, il 5 agosto 1854 a Havre, residente a Goincourt (Francia)
Guarita il 21 agosto 1890, a 36 anni
Miracolo riconosciuto il 10 ottobre 1908 da Mons. Marie Jean Douais, vescovo di Beauvais.

In seno alla famiglia Jourdain, la tubercolosi ha fatto delle stragi: Anne ha perduto due sorelle ed un fratello.
Ammalata da tempo, nel mese di luglio 1890, è moribonda. Ed è per obbedienza che compie un pellegrinaggio a Lourdes, anche se il viaggio era stato sconsigliato dal suo medico. Il tragitto, compiuto con il Pellegrinaggio Nazionale è disturbato da malori. Arriva il 20 agosto e subito si immerge nell'acqua di Lourdes alle piscine.
Solo il giorno dopo, 21 agosto, dopo una seconda e terza immersione, si sente infinitamente meglio. Subito annuncia la propria guarigione. Il medico che si era opposto alla sua partenza, la rivede alcuni giorni dopo, al suo ritorno nella comunità, ed ha un bel cercare anche il minimo sintomo, la malattia è introvabile. È totalmente scomparsa. Suor Joséphine Marie può riprendere allora una vita attiva all'interno della comunità. La sua guarigione sarà riconosciuta miracolosa 18 anni dopo.

14 Cognome : Chagnon Amélie, (Religiosa del Sacro Cuore dal 25-09-1894)
Origine : Poitiers (Francia)
Malattia : Osteo-artrite tubercolare al ginocchio e al
piede (secondo metatarso)
Età: 17 anni
Data della guarigione : 21-08-1891
Diocesi : Tournai (Belgio)
Data del riconoscimento: 08-09-1910

Amélie CHAGNON: Sapendo che va a Lourdes, il medico rimanda l'operazione

Nata il 17 settembre 1874, a Poitiers,
Guarita il 21 agosto 1891, a quasi 17 anni, diventerà religiosa del Sacro Cuore vicino a Tornai (Belgio)
Miracolo riconosciuto l'8 settembre 1910 da Mons. Charles G. Walravens, vescovo di Tournai.

Amélie ha 13 anni quando comincia a soffrire ad un ginocchio. A questa età, i dolori sono spesso attribuiti alla crescita. Ma Amélie soffre troppo. Si tratta infatti di tubercolosi che subito si estende al piede. Un bel giorno dell'agosto 1891, annuncia ad uno dei suoi medici la sua intenzione di partire in pellegrinaggio per Lourdes. Questi allora accetta di rimandare l'intervento chirurgico previsto! Al suo ritorno, Amélie non ha più bisogno di cure, ed ancor meno di operazioni. La sua affezione è guarita, senza postumi. Si sente libera e rivive.
Ogni movimento una volta doloroso è come una rivincita sulla sofferenza.

15 Cognome : Trouvé Clémentine, (Suor Agnès-Marie)
Origine : Rouille (Francia)
Malattia : Osteo-periostite del piede destro fistolizzata
Età : 14 anni
Data della guarigione : 21-08-1891
Diocesi : Paris (Francia)
Data del riconoscimento : 06-06-1908

Clèmentine TROUVÉ:  Un giorno di festa per Lourdes!

Nata nel 1878, a Azay le Boulé (Francia)
Guarita il 21 agosto 1891, a 14 anni, diventerà Suor Agnès Marie
Miracolo riconosciuto il 6 giugno 1908 da Mons. Amette, arcivescovo di Parigi.

Decisamente, il 21 agosto 1891 resterà negli annali di Lourdes come un giorno fausto: avvengono infatti due guarigioni, quella di Amélie Chagnon e quella di Clémentine Trouvé. La malattia e le lesioni sono praticamente le stesse: osteoporosi tubercolosa del calcagno destro.
E il medico che aveva scritto il certificato per la partenza di Clémentine, l'11 giugno 1891, considera che questa malattia rende necessaria un'operazione radicale al più presto… oppure un trattamento di lungo periodo.
Lo stesso medico che la rivedrà dopo la sua guarigione, avvenuta alle piscine il 21 agosto, certificherà "che non presenta più che segni cicatriziali" della sua malattia precedente, dalla quale "è attualmente guarita". Più tardi, diventerà Piccola Suora dell'Assunzione, con il nome di Suor Agnès Marie.
È Clémentine che apparve nel Lourdes di Zola con il nome di Sophie Couteau.

16 Cognome : Lebranchu Marie, (Signora Wuiplier)
Origine : Paris (Francia)
Malattia : Tubercolosi polmonare (Espettorato positivo
per il Bacillo di Koch)
Età: 35 anni
Data della guarigione : 20-08-1892
Diocesi : Paris (Francia)
Data del riconoscimento : 06-06-1908

Marie LEBRANCHU


Nata nel 1857, residente a Parigi (Francia)
Guarita il 20 agosto 1892, a 35 anni
Miracolo riconosciuto il 6 giugno 1908 da Mons. Amette, arcivescovo di Parigi.

Le guarigioni di Marie Lebranchu e di Marie Lemarchand vengono spesso associate, perché queste due ammalate venute entrambe da Parigi con il Pellegrinaggio Nazionale sono guarite con un giorno di intervallo il 20 e 21 agosto 1892.
Inoltre, entrambe erano affette da tubercolosi polmonare grave da anni ed erano arrivate all'ultimo stadio dell'evoluzione della malattia. La prima non pesava che 24 chili quando è uscita dalle piscine… guarita.
La seconda aveva, inoltre, piaghe ulcerose sul viso. Infine, entrambe hanno avuto l'occasione di incontrare lo scrittore Emile Zola venuto a Lourdes per preparare un libro.
Nel suo libro "Lourdes", il romanziere, dopo aver dipinto la sorte poco invidiabile di Marie Lebranchu con lo pseudonimo di Grivotte, la fa morire nel treno del ritorno!…
Mentre questa ha vissuto in perfetta salute fino al 1920!
Quanto a Marie Lemarchand, chiamata Elise Roquet sotto la penna di Zola, ha avuto otto figli e morirà molto dopo il riconoscimento della sua miracolosa guarigione.

17 Cognome : Lemarchand Marie, (Mrs. Authier)
Origine : Caen (Francia)
Malattia : Tubercolosi polmonare con ulcere al volto e
alla gamba
Età : 18 anni
Data della guarigione : 21-08-1892
Diocesi : Paris (Francia)
Data del risconoscimento : 06-06-1908


17 Marie LEMARCHAND

Nata nel 1874, a Caen (Francia)
Guarita il 21 agosto 1892, a 18 anni
Miracolo riconosciuto il 6 giugno 1908 da Mons Amette, arcivescovo di Parigi.

18 Cognome : Lesage Elise
Origine: Bucquoy (Francia)
Malattia : Osteo-artrite tubercolare del ginocchio
Età : 18 anni
Data della guarigione : 21-08-1892
Diocesi : Arras (Francia)
Data del riconoscimento : 04-02-1908

Elisa LESAGE:

Nata nel 1874, a Bucquoi (Francia). Guarita il 21 agosto 1892, a 18 anni.
Miracolo riconosciuto il 4 febbraio 1908 da Mons. Alfred Williez, vescovo di Arras.

Anche in questo caso si tratta di una infezione tubercolosa del ginocchio destro, un "tumore bianco", così frequente allora presso gli adolescenti. La guarigione inattesa è arrivata dopo un bagno, il 21 agosto 1892. Il giorno stesso il Bureau delle Constatazioni Mediche ha confermato la guarigione "senza alcun postumo o anchilosi". Nel corso del Pellegrinaggio Nazionale del 1893 e del 1894, questa giovane donna è stata riesaminata. Sedici anni dopo, non essendosi manifestata nessuna ricaduta, il suo vescovo la ha dichiarata miracolata.

Le guarigioni gemelle, segno di contraddizione

19 Cognome : Suor Marie de la Présentation, (Sylvanie Delporte)
Origine : Lille (Francia)
Malattia : Gastroenterite cronica tubercolare
Età : 46 anni
Date de la guérison : 29-08-1892
Diocèse : Cambrai (Francia)
Date de reconnaissance : 15-08-1908


Sr MARIE DE LA PRESENTATION: Lei comincia a sentirsi meglio sul treno dell'andata

Nata il 15 febbraio 1846, residente a Lille (Francia) come Suora Francescana della propaganda della Fede
Guarita il 29 agosto 1892, a 46 anni
Miracolo riconosciuto il 15 agosto 1908 da Mons. François Delamaire, Coadiutore di Cambrai.

Suor Marie vuole assolutamente andare a Lourdes. I congiunti ed il medico curante si sentono talmente impotenti davanti al suo caso, che non tentano di dissuaderla. Ciò che l'aspetta sono due giorni faticosi, occorrenti per raggiungere Lourdes dalla sua regione del nord. Ma cosa sono due giorni rispetto a dodici anni di sofferenza con questa "gastroenterite cronica tubercolosa" che le cure non riescono più ad arginare?
Già sul treno sopraggiunge qualche miglioramento, cosa che le permette di alimentarsi un po' . A Lourdes, nella chiesa del Rosario, mentre lei prega, avverte dolori allo stomaco come non aveva mai sentiti, per l'ultima volta. E poi, sopravviene una guarigione completa.

20 Cognome : Padre Cirette
Origine : Beaumontel (Francia)
Malattia : Sclerosi spinale antero-laterale
Età : 46 anni
Data della guarigione : 31-08-1893
Diocesi : Evreux (Francia)
Data del riconoscimento : 11-02-1907

Padre CIRETTE: Un violento desiderio di andare alla Grotta…

Nato a Poses (Eure),  il 15 marzo 1847, residente a Baumontel (Francia)
Guarita il 31 agosto 1893, a 46 anni
Miracolo riconosciuto l'11 febbraio 1907 da Mons. Philippe Meunier, vescovo di Evreux.

Dopo una cattiva influenza, nel mese di gennaio 1892, il parroco di una parrocchia della diocesi di Evreux viene colpito da manifestazioni nervose e da confusione mentale. I parrocchiani non sanno cosa fare. Non è più nemmeno capace di camminare normalmente. Ha perso l' autonomia, la parola, la memoria. Cosciente del suo stato, il morale è a terra… Ed inoltre, le cure prescritte sono inefficaci. Nell'agosto 1893 egli decide di andare a Lourdes. Sfortunatamente, la sua diocesi non organizza pellegrinaggi quest'anno: ci andrà con la diocesi di Rouen.
Arrivato il 29 agosto, si presenta alle piscine solo due giorni dopo, per non, dice lui, "prendere il posto di un altro ammalato che potrebbe ottenervi la guarigione". Sull'istante non avverte nessuna sensazione particolare, ma più tardi, dopo il pranzo di mezzogiorno, sente un violento desiderio di recarsi alla Grotta. Parte in questa direzione e presto si rende conto di non aver più bisogno delle stampelle. È guarito… in modo completo… repentino… inatteso.
Ritornato a casa, si può immaginare l'effetto prodotto sui suoi familiari e parrocchiani! Può riprendere tutte le attività e la sua funzione di curato della parrocchia di Beaumontel.

21 Cognome: Huprelle Aurélie
Origine : Saint-Martin-le-Noeud (Francia)
Malattia : Tisi polmonare acuta
Età : 26 anni
Data della guarigione : 21-08-1895
Diocesi : Beauvais (Francia)
Data del riconoscimento : 01-05-1908

Aurélie HUPRELLE: All'età in cui si ha la testa piena di progetti, lei si dispera…

Nata nel 1869, residente a Saint Martin le Noeud (Francia)
Guarita il 21 agosto 1895, a 26 anni
Miracolo riconosciuto il 1° maggio 1908 da Mons. Marie Jean Douais, Vescovo di Beauvais.

Aurélie è presa da una grande disperazione. Nell'età in cui gli altri hanno la testa piena di progetti, questa giovane donna di 26 anni non ha più niente da sperare nella medicina. Manifestamente colpita da mesi dalla tubercolosi polmonare, decide di partire per Lourdes con il Pellegrinaggio Nazionale, contro il parere del suo medico. Il viaggio è effettivamente dei più faticosi, al punto che al suo arrivo a Lourdes, il 21 agosto 1895, è completamente sfinita. Dopo essere scesa dal treno, viene trasportata alle piscine per esservi bagnata. E subito sente un grande sollievo!  Immediatamente, si sente radicalmente guarita. Riprende gusto alla vita. I medici presenti a Lourdes in quel giorno si trovano al Bureau delle Constatazioni Mediche. A due riprese vi si accompagna Aurélie. Questi non possono che confermare la sua guarigione. Di ritorno a casa, il suo medico curante, sconvolto dallo stato della sua ex ammalata, per "questa guarigione completa ed immediata", scriverà.

Tredici anni dopo, Aurélie è diventata una giovane donna in piena forma, anche se la sua guarigione è oggetto di una contro inchiesta medica in occasione di una campagna di denigrazione. Alcuni medici sostengono che la malattia di Aurélie era puramente nervosa.
In occasione del Cinquantesimo Anniversario delle Apparizioni della Madonna di Lourdes, su richiesta del vescovo di Beauvais, viene nuovamente interrogata ed esaminata.
Le due inchieste sono arrivate alla medesima conclusione: si trattava di una tubercolosi, guarita in modo repentino, certo e durevole. Il vescovo la dichiara allora miracolata.

22 Cognome : Brachmann Esther
Origine : Paris (Francia)
Malattia : Peritonite tubercolare
Età : 15 anni
Data della guarigione : 21-08-1896
Diocesi : Paris (Francia)
Data del riconoscimento : 06-06-1908

Esther BRACHMANN: "Tiratemi fuori da questo mortorio!"

Nata a Parigi, nel 1881 (Francia)
Guarita a Lourdes il 21 agosto 1896, a 15 anni
Miracolo riconosciuto il 6 giugno 1908 da Mons. Léon Amette, arcivescovo di Parigi.

Non è più una vita da adolescente quella che conduce Esther. A 15 anni, ha l'impressione che questo ospedale di Villepinte sia un autentico mortorio. Questa impressione non è lontano dall'essere condivisa dalla dozzina di compagne, anch'esse tubercolose, che compiono, come lei, questo pellegrinaggio dell'ultima opportunità. Siamo nell'agosto del 1896.
Il 21 agosto mattina, gli hospitalier di Notre Dame de Salut, fedeli servitori degli ammalati del Pellegrinaggio Nazionale, la fanno scendere dal treno e la trasportano alla Grotta e, da là, alle piscine.
Ne esce con la certezza di essere guarita. I dolori sono cessati… Il gonfiore del suo ventre scomparso. Può camminare… ha fame. Ma una domanda la rode: "Perché io?". Nel pomeriggio, segue come una persona sana le attività del pellegrinaggio. Due giorni dopo, viene accompagnata al Bureau delle Constatazioni Mediche dove i medici, in seguito ad un attento esame, confermano la guarigione. Come ci si può aspettare, di ritorno a Villepinte, i medici rimangono di stucco,  sbalorditi, sconcertati. Tengono Esther in osservazione per un anno! Solo nel 1897, di ritorno dal pellegrinaggio di ringraziamento, si degnano di redigere un certificato dove lei viene riconosciuta "guarita, dal suo ritorno da Lourdes, nel 1896".
Nel 1908, viene esaminata nuovamente ed in perfetta salute, in occasione dell'inchiesta aperta dall'arcivescovo di Parigi, Mons. Leon Amette, in vista del riconoscimento di questa guarigione così come di quelle di Clementine Trouvé e di Marie Lesage e Lemarchand, le involontarie eroine di un "romanzo" di Zola!

23 Cognome : Tulasne Jeanne
Origine : Tours (Francia)
Malattia : Morbo di Pott lombare con piede deforme
neuropatico
Età: 20 anni
Data della guarigione : 08-09-1897
Diocesi : Tours (Francia)
Data del riconoscimento : 27-10-1907

Jeanne TULASNE: Tutto il pellegrinaggio pregava per la sua guarigione

Nata l'8 settembre 1877, a Tours (Francia)
Guarita l'8  settembre 1897, a 20 anni
Miracolo riconosciuto il 27 ottobre 1907 da Mons. René François Renou, arcivescovo di Tours.

Distruzione tubercolosa di due o tre vertebre (mal di Pott), ascesso all'osso della coscia destra, atrofia muscolare e piede varo… Che quadro! Jeanne, ancora quasi adolescente, si sente assalita. Da quando la malattia ha colpito la colonna vertebrale, il morale è veramente a terra. Da corretto professionista, il suo medico curante, il 7 agosto 1897, mette nero su bianco sulle sue condizioni disperate. All'inizio di settembre, Jeanne arriva dunque a  Lourdes in condizioni tali che si è costretti a metterla in una lettiga di vimini! Tutto il pellegrinaggio sperava nella sua guarigione. L'8 settembre, giorno del suo 20° compleanno, partecipa alla processione del Santissimo Sacramento. È proprio il suo vescovo che porta l'ostensorio. Questi la benedice una prima volta passandole davanti, poi ritorna sui suoi passi e la benedice una seconda volta. In quel preciso momento, lei si sente guarita… Esaminata al Bureau delle Constatazioni Mediche il giorno successivo ed anche l'anno seguente, i medici constatano la persistenza di questa guarigione completa, improvvisa e duratura del suo male, Il miracolo sarà riconosciuto dall'arcivescovo dieci anni più tardi.

24 Cognome : Malot Clémentine
Origine : Gaudechart (Francia)
Malattia : Tubercolosi polmonare con emoftoe
Età : 25 anni
Data del la guarigione : 21-08-1898
Diocesi : Beauvais (Francia)
Data del riconoscimento : 01-11-1908

Clémentine MALOT: E all'indomani del bagno, più niente…

Nata a Granvilliers, il 22 novembre 1872, residente a Gaudechard (Francia)
Guarita il 21 agosto 1898, a 25 anni
Miracolo riconosciuto il 1° novembre 1908 da Mons. Marie Jean Douais, vescovo di Beauvais.

È proprio la disperazione che spinge Clémentine ad intraprendere il viaggio a Lourdes.
Da cinque anni, ormai, assiste alla progressione di questa sinistra malattia: la tubercolosi. A 20 anni comincia a sputare sangue. Per cinque anni le sue condizioni si aggravano progressivamente ed inesorabilmente. Come altri, decide come ultima risorsa di venire a Lourdes.
Dal suo arrivo con il Pellegrinaggio Nazionale del 1898, dopo un viaggio assai provante, viene condotta alle piscine. Ma è solo dopo il bagno dell'indomani che avverte un netto miglioramento del suo stato fisico. Esaminata al Bureau delle Constatazioni Mediche successivamente, il 21 e 22 agosto 1898 e, l'anno seguente, il 21 agosto ancora, la sua guarigione viene considerata come certa.
Una nuova inchiesta arriva alle stesse conclusioni, dieci anni dopo la guarigione.

25 Cognome : François Rose
Origine : Paris (Francia)
Malattia : Flemmone fistolizzato al braccio destro con
enorme edema
Età: 36 anni
Data della guarigione : 20-08-1899
Diocesi : Paris (Francia)
Data del riconoscimento : 06-06-1908

Rose FRANÇOIS: Proprio prima dell'amputazione!

Nata Rose LABREUVOIES, nel 1863, a Parigi (Francia)
Guarita il 20 agosto 1899, a 36 anni
Miracolo riconosciuto il 6 giugno 1908 da Mons. Jean Amette, Arcivescovo di Parigi

Rose arriva a Lourdes nel 1899, dopo aver subito cinque operazioni chirurgiche. Per cinque volte i medici hanno tentato di toglierle l'infezione al braccio destro, ma invano. E ora, viene presa in considerazione l'amputazione…
Uno sviluppo incredibile sopraggiunge tra il 20 e il 22 agosto 1899: è la trasformazione più completa; l'edema scompare, le fistole si chiudono. non resta più nessun dolore né rigidità.
Dal suo ritorno a Parigi, l'anziana ammalata si affretta a farsi esaminare di nuovo dopo aver ripreso la normale attività della mano destra. La sua guarigione, completa ed imprevedibile, è reale e persisterà.

Consultare i miracoli seguenti