Skip to Content

Il discernimento

Bernadetta Soubirous

In un primo momento Bernardette pensa alla vita religiosa nella contemplazione. Lei conosceva il Carmelo di Bagnères. Nel 1860-61, parla a sua cugina di un ordine dedicato a san Bernardo. Vorrebbe entrarvi poiché si praticano: preghiera, digiuno, disciplina, mortificazione... ma la sua salute sembra essere un ostacolo, come pure la sua povertà perché le veniva richiesta una dote .

Nel 1863 le Suore dell’Ospizio la orientano verso l’attenzione ai malati. Fu un'esperienza decisiva. Ciò che apprezzava, tra le altre cose, nelle Suore di Nevers, era la loro discrezione nei suoi riguardi, in contrasto con altre, che la sollecitavano da qualsiasi parte. Dirà più tardi " vado a Nevers perché non mi ci hanno forzato". 


Il 27 settembre 1863, Bernardette ebbe una conversazione molto interessante con Monsignor Forcade, vescovo di Nevers. Durante i mesi seguenti, Bernardette matura la sua decisione su basi nuove.

Il 4 aprile 1864, dopo la messa celebrata all’Ospizio di Lourdes, Bernardette va a trovare la Superiora, Suor Alessandrina Roques e le dice: "Ora so, mia cara madre, dove devo farmi religiosa (...). Da voi, mia cara madre."

Tra il 4 ottobre e il 19 novembre 1864, Bernardette era partita in vacanza senza avere la risposta alla sua domanda del 4 aprile precedente. A Nevers, la Superiora, Madre Giuseppina Imbert, esitava. Lei si preoccupava per le perturbazioni che la celebrità della veggente rischiava di portare nella Casa religiosa che l’avrebbe accolta. Madre Maria Teresa Vauzou, la maestra delle novizie era favorevole. Il Vescovo appoggiava la richiesta, ritenendola motivata, e perciò ne aveva parlato alle madri Superiori.

Il 19 novembre 1864, rientrando a Lourdes, Bernardette riceve buone notizie: la risposta è favorevole. Il postulato poteva cominciare, ma Bernardette ricade ammalata, dall'inizio di dicembre 1864 fino alla fine del mese di gennaio 1865. La sua convalescenza è anche rattristata dalla morte di uno dei suoi fratelli più piccoli, Giustino.

Bernardette comincia il postulato nel febbraio 1865 e nell'aprile 1866 redige la sua domanda per entrare al noviziato.

Il 28 aprile 1866, annuncia la sua partenza. Ma Mons. Laurence ritiene importante che anche lei sia presente all'inaugurazione della Cripta. Cosi' Bernardette assiste alla cerimonia e partecipa alla prima processione ufficiale, che rispondeva alla richiesta di Nostra Signora. Ma subisce anche gli attacchi dei curiosi, per questo Monsignor Laurence autorizza, finalmente, la sua partenza. 

Il 3 luglio 1866, tutta la famiglia è riunita al mulino Lacadé per il pranzo d'addio.